Come accedere alla convenzione A.P.S.S.

IL CENTRO DI PSICOLOGIA E PSICOTERAPIA FUNZIONALE TRENTINO E’ UN ENTE CONVENZIONATO DAL 2020 CON L’AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROV. DI TRENTO (APSS) PER OFFRIRE SERVIZI DI ASSISTENZA E CONSULENZA PSICOLOGICA

(vedi deliberazione della Giunta Provinciale n. 743 del maggio 2019,

recante disposizioni attuative della L.P. 5/206)

In convenzione con le Unità operative di Psicologia clinica per l’età adulta territoriali vengono erogati, secondo gli accordi negoziali stabiliti, servizi che riguardano quattro ambiti:

  • Elaborazione del lutto (per chi ha perso un familiare o un convivente)
  • Sostegno ai care givers (supporto ai familiari di persone non autosufficienti, affette da patologie, con diagnosi di demenza o accertata disabilità)
  • Trattamento psicologico del dolore cronico non oncologico (ad esempio fibromialgia, cefalea, disturbi stress-correlati, patologie croniche ecc…)
  • Altri interventi: ambito in cui rientrano varie problematiche ( di natura emotivo-relazionale, disturbi d’ansia, disturbi depressivi, supporto alla genitorialità, difficoltà in ambito familiare, conflitti, gestione di separazioni o difficoltà nella sfera comportamentale, comunicativa ecc…)

I pazienti che vengono accolti in convenzione perché inviati dal Servizio psicologico dell’Apss, vengono indirizzati verso le strutture convenzionate (che hanno attraversato un iter selettivo a livello provinciale per tale riconoscimento) presenti sul territorio, su invio del Dirigente Psicologo dell’U.O. di Psicologia clinica dell’età adulta che fa il primo colloquio di accoglienza e, se ritenuto opportuno, consente l’invio rilasciando un modulo di autorizzazione.

Il Centro di Psicologia e Psicoterapia Funzionale Trentino accoglie i pazienti che hanno diritto ad essere seguiti per un ciclo di otto sedute inerente uno dei quattro ambiti previsti dagli accordi negoziali, pagando un ticket di base alla Struttura convenzionata. Laddove lo Psicologo Psicoterapeuta della Struttura in convenzione ritiene necessario, fa richiesta all’Apss su supportata motivazione clinica, di rinnovo, per prorogare il percorso di assistenza al paziente con un eventuale secondo ciclo di altre otto sedute, per un massimo quindi di sedici sedute complessive.

Il CFT offre pertanto servizi come Ente riconosciuto che rispettano i criteri prestabiliti con l’Apss, organizzando autonomamente la propria attività nel rispetto degli accordi presi. I pazienti non possono richiedere di essere seguiti in regime di convenzione chiamando direttamente il Centro, poiché è l’Apss che fa l’invio. Nell’impegno assunto e nel riconoscimento come Struttura Sanitaria, il Centro garantisce requisiti strutturali, organizzativi e professionali di qualità.